DOVE SIAMO / CONTATTI


Visualizzazione ingrandita della mappa




Le stupende colline di Casciana, sono attraversate da sentieri e strade carrarecce, che in antichità erano il nodo portante della viabilità per contadini e pastori. Le aree boschive presenti lungo i sentieri sono costituite da formazioni arboree miste , con la predominanza di lecci, spesso misti a roverella.
Su tutti i percorsi sono presenti consociazioni composti prevalentemente da forme di arbusti e alberi bassi (macchia mediterranea) come il lentisco, l’oleastro, il ginepro e l’erica. Sono presenti anche alcune pinete di pino marittimo essenze inserite per legname di carpenterie e specie pioniera del re-imboschimento. Lungo i sentieri s’incontrano i castagneti (alberi del pane) per l’uso indispensabile di sostentamento della famiglia contadina nei secoli scorsi.

Il paesaggio rurale di Casciana è ricco di cipressi, di sambuco, corbezzolo, viburno e di robinia che presenta resistenze notevoli alla siccità. Sono presenti anche aree coltivate , caratterizzate da vigneti, oliveti e frutteti di ottima qualità. La geologia di Casciana è assai varia, dai calcari ai travertini, i diaspri ect. Le colline argillose e alluvionali sono ricche di sorgenti boschive, come la sorgente dell’acqua di San Leopoldo e la sorgente solfato-calcio-carbonica con temperatura di circa 36° delle Terme di Casciana.

I percorsi segnalati per passeggiate e trekking sono facili e per tutti i fruitori , permettono di osservare varie rilevanze naturalistiche e storiche: la Pineta di Poggio alla Farnia con la vecchia fornace, la rocca di Collemontanino, il Vallino delle Serre, Il Macchione, il bivio di Selci, gli scavi archeologici di Parlascio, l’antico borgo di Ceppato, la Piastraia e tantissime altre attrattive che rendono suggestive le escursioni.