L'ASINO MEDIATORE


l'Asino Mediatore l'Asino Mediatore l'Asino Mediatore l'Asino Mediatore
l'Asino Mediatore l'Asino Mediatore l'Asino Mediatore l'Asino Mediatore


Asini, animali spesso bistratti e ingiustamente offesi, adolescenti affetti da disturbi di spettro autistico, a torto emarginati dalla comunità dei normodotati, uniscono le loro forze e si riscattano dagli stereotipi negativi che li etichettano, dimostrando di poter fare quello che nessuno si aspetta da loro. Gaia mette la testa sopra la spalla di Arianna , abbassa le lunghe orecchie, socchiude gli occhi e si lascia coccolare come nessun altro animale sa fare, Libero si rilassa sotto le spazzolate di Lorenzo e i dolci massaggi sul dorso di Alberto , Gioconda aspetta ragliando la sua dose di carote in premio da Damiano , Allegra si affida alle cure di Davide con fiducia, sa che lui la condurrà sicuro dei suoi passi.
Il loro rapporto di pura amicizia fuori dalla gerarchia uomo - animale, la comunicazione diretta senza l'intermediazione della razionalità verbale, pelle a pelle, fatta di sguardi, contatti e carezze rende immediato il valore dell'esperienza a chi osserva, trasmette emozione anche sotto la corteccia delle convenzioni, scioglie le rigidità di chi sta intorno a loro e li trasforma da spettatori ad attori anch'essi. Cade l'ultimo sipario della la convenzione tra chi fruisce e chi opera.
I ragazzi, rispondono a queste affettuosità uscendo dal loro mondo segreto, accudiscono gli animali che ognuno ha scelto per se', li preparano, gli fanno calzare i basti e le ceste e li guidano attraverso il bosco, sicuri di avere accanto un amico che non li giudicherà mai. Insieme diventano esperti di flora, uno aiuta l'altro, i ragazzi fanno brillare il loro potenziale, Davide riconosce tutte le piante, mentre gli asini ne gradiscono piccoli assaggi prima di ripartire verso la parte di bosco, dove insieme si è ideato il riconoscimento del canto degli uccelli, qui tutto il gruppo si concentra, e ascolta attentamente Gabriele che si è rivelato molto competente .
Infine, risalendo troviamo un importante passaggio nel regno della fantasia, dove alberi e cespugli prendono colori e forme a seconda dei desideri e delliimmaginazione dei ragazzi.

Qui sognare un mondo migliore, etico, pacifico, solidale è facile , ispirati dal giacimento di fiducia che è intrinseco nella Natura, negli asini e nelle piante.

Un'esperienza triennale di Agricoltura Sociale, incontri legati alle stagioni primaverili ed autunnali con un gruppo di sei ragazzi speciali, Arianna, Alberto, Damiano, Davide, Gabriele e Lorenzo che ormai non potrebbero più rinunciare a fare nuove esperienze con i loro preziosi compagni dalle lunghe orecchie.

di Antonella De Vito e Luisella Trameri